l'Inno del Giubileo

Madre, tu ci accogli

(testo e musica di Mons. Marco Frisina)

Ave Regina del cielo,

ave porta del paradiso,

tu doni al mondo la speranza,

doni la pace.

Tu accogliesti il Signore

nella semplicità di Nazaret

donando al mondo la salvezza:

Cristo Signore.

Rit. Santa Madre di Dio

che risplendi di grazia,

tu ci accogli nella tua Casa:

con fiducia noi veniamo a te.

Splendida Porta del cielo,

alta Torre, Baluardo nobile,

inespugnabile Fortezza,

Arca di luce.

Tu sei la gloria dei santi,

tu la gioia di tutti gli angeli,

donaci ali di speranza,

ali di grazia.

Rit. 

Segno di grazia e d’amore,

sei l’immagine della Chiesa,

dolce Rifugio ai peccatori,

sei nostro Aiuto

Sei Stella dei naviganti,

chi ti segue non può temere,

nelle tempeste della vita

tu sei conforto.

Rit. 

Consolatrice amorosa

nell’angoscia e nel dolore,

sei Madre di misericordia,

Madre d’amore.

Nella tua casa di pace

c’è salvezza per ogni uomo,

per chi è in cerca di rifugio

e di riposo.

Rit. 

Sia gloria al Padre Creatore,

gloria al Figlio che salva il mondo,

gloria allo Spirito d’Amore,

ora e per sempre.

Rit. Santa Madre di Dio

che risplendi di grazia,

tu ci accogli nella tua Casa:

con fiducia noi veniamo a te. Amen

donaci ali di speranza,

ali di grazia.